Vivi, gusta e studia a

Crotone

scegli il tuo diploma a Crotone

Vivi Crotone

Crotone affacciata sullo Jonio, si allunga nel mare con la propaggine di Capo Rizzuto, incuneata fra la Provincia di Catanzaro e quella di Cosenza.
La sua costa incredibile tratto di mare, dai fondali ricchi di storia, un tempo approdo della civiltà greca, oggi meraviglia turistica, costituisce un’area marina protetta, dove si possono ammirare distese di posidonia oceanica o relitti di antiche navi, greche e romane, con i rispettivi carichi.
 
Passeggiando per il centro cittadino si attraversano piazze e strade eleganti , su cui si affacciano palazzi nobiliari e chiese.. ricca di borghi antichi, torri e castelli che raccontano la sua storia tra le principali vi è appunto il castello e numerosi sono i musei, tra più importanti c’è il Museo Archeologico Nazionale, il Museo civico di Crotone, Il Museo archeologico di Capo Colonna e una galleria d’arte “Bastione toledo”.
 
Accanto alla più comune vacanza estiva, giocata fra il mare e l’abbronzatura, vi è la possibilità di vivere un’esperienza a stretto contatto con la natura, addentrandosi nel cuore della Calabria, verso le cime dei Monti della Sila. Qui il Parco Nazionale, con i suoi paesi, le foreste e i corsi d’acqua, offre colori nuovi, aria tersa e fresca, profumi inaspettati e panorami mozzafiato sulle vallate e la riviera jonica.
 

Gusta Crotone

La cucina tipica del territorio è povera, ma di sapore robusto, facendo uso di prodotti della terra, come cereali, agrumi, olive, ortaggi e frutta. I piatti tipici sono spesso insaporiti da peperoncino piccante, cipolline selvatiche e finocchio aromatico.Tipica di Crotone è l’arte delle creme, salse e patè.
 
Ancora viva è l’usanza delle massaie di preparare in casa particolari conserve da usare poi sia come antipasti o per arricchire le pietanze tradizionali: rinomate le conserve di pummadori sicchi, di pipi salati, di funci all’ogghio, di alivi scacciati, di sasizze.
 
Tra gli antipasti, sono da gustare i salumi e i latticini: la provola, la ricotta fresca e salata, il butirro, piccolo caciocavallo che racchiude un cuore di burro, e il rinomato pecorino crotonese, a pasta dura. Tra i primi, molto gustosi i cavateddri o i maccarruni, specialità di pasta fatta in casa, da condire con ragù di maiale, e la zuppa di pesce. I secondi piatti offerti dalla tradizione sono soprattutto quelli a base di maiale.
 
Tra i dolci tipici ci sono invece la Pitta da Madonna e il sanguinazzu. Tra i vini doc del territorio crotonese, come il Melissa, l’Ippolito, il Val di Neto e il Sant’Anna, spicca il Cirò, il più celebre, Rosso, Bianco e Rosato.
 
Recupera gli anni scolastici persi oppure consegui il diploma di maturità a Crotone.