Vivi, gusta e studia a

Treviso

scegli il tuo diploma a Treviso

Vivi Treviso

Treviso è una città davvero straordinaria che offre ai suoi abitanti ed ai visitatori splendidi paesaggi che spaziano dal centro storico per continuare verso la pianura e la collina…da rimanere a bocca aperta.
Il centro storico si presta a un divertimento a tutto tondo, per tutte le età e per tutte le tasche; per chi adora l’arte tra mostre e musei, chi una buona pausa con dolci e bevande da gustare sulle rive del fiume Sile.

Particolare e buffa attrattiva della città di Treviso è la Fontana delle Tette. Alle enormi mammelle ci si arriva percorrendo la galleria della Strada Romana; una singolare insegna compare tra le acque: “vaga donna marmorea sovra conca marina con ambe le mani stava spremendosi le turgide poppe, e due vivi zampilli d’acqua cristallina…“. Il verde è la maggiore caratteristica di Treviso: il verde dei giardini e delle acque che scorrono lungo le mura cinquecentesche, entrano nella città e formano una fitta rete di canali e di pittoresche isole, prima di unirsi alle verdi acque del Sile.

Girovagando, si sente la musica del dialetto trevisano, simile a quello di Venezia. Come altri dialetti veneti, anche quello trevisano è ricco di parole espressive, che evocano suoni e rumori. “Ciacolàr”, ad esempio, rende bene l’idea del parlare, ma fra amici o comari. 

Gusta Treviso

La cucina della Marca, è sempre superba, per l’importanza attribuita alla freschezza e alla genuinità dei prodotti, in gran parte locali: erbette di montagna, funghi del Montello, ma soprattutto il famoso radicchio rosso, preparato in vari modi. Grazie all’abbondanza di corsi d’acqua, anche il pesce d’acqua dolceanguilla, trota, luccio, carpa – si è inserito fra le specialità gastronomica della provincia.

Tra i “primi” sono diffuse zuppe e minestre, tra cui la “sòpa coàda” o zuppa di piccioni, il minestrone di pasta e fagioli, i “bigoli” con l’anatra e la minestra di riso e patate. Tra i “secondi”, la salsiccia trevigiana, o “luganega”, cotta intera nel riso in brodo o sulla graticola. Ogni piatto viene servito con il vino più adeguato; e fra i vini spiccano il Prosecco di Valdobbiadene, il Merlot, il Cabernet, il Tocai e i Pinot Bianco e Grigio. Infine, Treviso è la terra d’origine di un dolce famoso: il “tiramisù”.

Recupera gli anni scolastici persi oppure consegui il diploma di maturità a Treviso.